Monica Sarnelli

Nasce a Napoli il 9 maggio 1966.

Monica Sarnelli e la musica: un rapporto che inizia molto presto, da piccolina . Intorno ai 12 anni partecipa ai primi concorsi per voci nuove . Due anni dopo (nel 1981) la EMI le fa incidere il suo primo disco, un 45 giri con il brano Amo . Da allora comincia a frequentare il mondo della musica con sempre maggiore assiduità, collaborando come corista e formandosi con tanti musicisti e interpreti della scena italiana: da Little Tony, a Gianni Bella, Wess, Dario Baldambembo, Gino Paoli, Fred Bongusto, Peppino Di Capri, Edoardo Bennato, Gigi D'Alessio.

Monica Sarnelli (Napoli, 9 maggio 1966) è una cantante italiana. Non e' figlia di Egisto Sarnelli e non e' sorella di Enzo Sarnelli, in arte Tony Tammaro. E' interprete in particolare della canzone napoletana, ma conosciuta anche in ambito nazionale per essere l'interprete della sigla della soap televisiva di RAITRE Un posto al sole (1996).

Debutta nel 1981, all'età di quindici anni, con un 45 giri intitolato Amo. Collabora successivamente come corista di cantanti affermati come Wess, Gianni Bella, Dario Baldan Bembo, Edoardo Bennato, Little Tony, Peppino Di Capri,Fred Bongusto, Gino Paoli, Gigi D'Alessio, Sal Da Vinci.

Nel 1992 riprende la sua attività solistica cantando con la sua band nei locali e presentando un repertorio più vario non limitato alla sola musica napoletana, pubblicando nel 1993 il suo primo album dal titolo Plays.

I suoi singoli successivi, La città che brucia e Romantica (1994), Le cose che non diro' e Come cambia la vita (1995) sono trasmessi nelle radio locali ma è con l'occasione di interpretare la sigla della soap opera ambientata a Napoli che acquista notorietà anche al di fuori dell'ambito locale.

Torna alle origini, riscoprendo le sonorità napoletane, con gli albums "Lazzare felici volume 1" (2004), "Lazzare felici volume 2" (2007) e la raccolta antologica "Neapolitan power i feel" in cui interpreta brani come: Chesta sera di Nino D'Angelo, Campagna di James Senese e Franco Del Prete, Lazzarella di Riccardo Pazzaglia e Domenico Modugno, la classica O surdato 'nnammurato di Aniello Califano, Maruzzella di Renato Carosone, oltre a tanti brani del suo "mito" Pino Daniele come: Terra mia, A me me piace 'o blues, Chi tene 'o mare, Canzone nova, Assaie e Lazzari felici. In queste incisioni, di "vecchi classici" e "nuovi classici" della canzone partenopea, la "produzione artistica" e gli "arrangiamenti" sono di Gigi De Rienzo; alla batteria "spicca" Agostino Marangolo; le chitarre sono di Franco Giacoia; alle tastiere c'e' Ernesto Vitolo; gli "ospiti speciali" sono tanti e di "grande prestigio":Peppino Di Capri, James Senese, Enzo Gragnaniello, Lino Cannavacciuolo, Marcello Colasurdo, Marco Zurzolo, Solis String Quartet, Alfonso Deidda, Sha One, Patrix Duenas,

Nel 2004 partecipa al Premio Carosone; Nel 2005, con Sal Da Vinci e Gigi Finizio, e' in concerto ad Agnano per il "G.P. Lotteria"; Nel 2007 e' protagonista in diretta su SKY - con Gigi D'Alessio, Alessandro Siani e Sal Da Vinci - alla festa per il ritorno in serie A della SSC Napoli dallo stadio San Paolo di Napoli; Nel 2008 e' in concerto al "Leuciana Festival" al Belvedere di San Leucio (CE); Nel 2008 "duetta" con Nino D'Angelo, alla serata finale della "Piedigrotta", sul palco di Piazza del Plebiscito a Napoli (con "ospiti illustri" quali: Sophia Loren e Pippo Baudo); Nel 2010 e' su RAIUNO - con Lucio Dalla, Jose' Feliciano ed altri - protagonista in "Napoli prima e dopo"; Nel 2010 e' su RAIDUE in "NAPOLI RACCONTA", programma di Giorgio Verdelli, con la conduzione di Enzo De Caro;

È stata anche conduttrice, dal 1994 al 2003, di Ritmi Urbani, "storica ed innovativa trasmissione musicale", in onda ancora oggi sulle televisioni locali della Campania.

Ha debuttato al Teatro Sannazaro di Napoli con lo spettacolo, di storie e canzoni, "NAPOLI PLEBISCITO ITALIA", scritto da Monica Sarnelli e Dario Andreano.

Esce nell'ottobre del 2012 il nuovo lavoro discografico dal titolo "Notte Lenta". Ancora una volta Monica Sarnelli dà voce al suo forte desiderio di valorizzare, e nello stesso tempo riscoprire, la musica d'autore partenopea. Nell'album si ritrovano 10 tracce tra cui due inediti. Il primo che dà titolo all'album, è stato scritto per lei da Franco Del Prete, batterista degli Showmen e co-fondatore con James Senese di Napoli Centrale. Mentre il secondo inedito, "Tu nun siente niente", porta la firma di Enzo Leomporro, co-fondatore insieme a Gianni Donzelli degli Audio 2. Ascoltando "Notte lenta" Monica continua il suo viaggio nei vecchi e nei nuovi classici della canzone partenopea. Da "Caravan Petrol" (omaggio a Renato Carosone con rilettura in chiave rap, realizzata dalla Sarnelli con ospite Paolo “Sha One” Romano), a "Acquaiuo' l'acqua e' fresca" di James Senese proposta nel 1992 da Napoli Centrale, da "Che lle conto?" di Sergio Bruni e Salvatore Palomba, incisa per la prima volta nel 1981 da Sergio Bruni a "Senza voce", edita ed incisa nel 1992 da Enzo Gragnaniello, fino a "St'ammore" di Nino D’Angelo e Alfredo Venosa cantata nel 2005 da Nino D’Angelo.

 

Disponibile per:

- Concerti 

- Eventi e Convention 

- Progetti speciali