Enzo Avitabile

Una fusione di suoni, che va dalla tradizione del ritmo primitivo di botti, tini e falci per giungere alla geniale e intensa voce di un grande artista partenopeo e al suo sassofono: Avitabile è un musicista del mondo, in viaggio perenne tra l’America nera, i villaggi della sofferenza africani e i sentieri più veri del nostro mediterraneo, proponendo musiche che, come l'albero della vita, sembrano nascere dalla terra stessa, svelandocene la meravigliosa utilità. Quella dei Bottari è invece una delle tradizioni percussive più suggestive ed autentiche dell’intero panorama della world music, nata a Portico di Caserta, nel cuore della Campania contadina, molti secoli addietro. Si narra infatti che tutto abbia avuto inizio quando i contadini iniziarono a percuotere freneticamente botti, tini e falci, nel tentativo di scacciare gli spiriti maligni dagli angoli bui delle loro cantine. Particolarmente interessanti sono i testi di Avitabile, che raccontano storie di popoli sofferenti nei drammi della guerra e della fame avendo come comune denominatore i temi del sociale e dell’impegno civile.

I Bottari invece lo accompagnano eseguendo particolari modelli ritmici: quello violento e ossessivo della pastellessa, quello lento e cadenzato del Passo della morte, ed infine quello della tarantella. Un concerto intenso e nello stesso tempo pieno di ritmo e di emozioni, da non perdere!